L’Ecalyptus globulus è una nota pianta appartenete alla famiglia delle Mirtacee, usata a scopo terapeutico sin dall’antichità.

Tra le proprietà maggiormente attribuite a questa pianta ricordiamo quella antisettica e antibatterica, soprattutto a livello delle vie respiratorie e del tratto urinario.

Inoltre menzioniamo la sua potente azione fluidificante a livello bronchiale, tanto che, l’eucaliptolo, una sostanza organica di origine naturale contenuta nelle foglie di Eucalipto, viene spesso riprodotta in laboratorio a livello chimico, ed inserita tra gli ingredienti principali di alcuni sciroppi espettoranti e fluidificanti.

Anche in questo caso è opportuno ricordare che sarebbe auspicabile affidarsi all’intero fitocomplesso della pianta, eucaliptolo compreso, sia per sposare un approccio più morbido nei confronti del nostro organismo, sia per la comprovata maggiore efficacia, in questo caso antisettica, dell’intero fitocomplesso rispetto al principio attivo isolato.

Detto ciò, l’olio essenziale di Eucalipto, viene estratto dalle foglie della pianta, secondo la nota tecnica di distillazione in corrente di vapore.

È l’olio essenziale della giusta e fluida comunicazione tra polmoni ed intestino. Quando uno di questi due organi ci invia segnali attraverso un sintomo, vuol dire che stiamo in qualche modo trascurando la nostra affettività.

Questo significa semplicemente che dovremmo portare maggiore attenzione verso la cura e l’amore verso noi stessi.

Significa decidere definitivamente di guarire le ferite affettive, imparando dal polmone, la capacità di espandersi e manifestare la propria libertà di esistere così come siamo, e permettere allo stesso tempo all’intestino, di eliminare tutto ciò che torna dal passato per trattenerci in una condizione di stallo.

Il potere della libertà personale, molto collegata al polmone, non ha mezze misure: o sei libero o non lo sei.

Scegliere di manifestare la propria essenza quotidianamente e mantenere una condizione di autonomia emotiva da persone e situazioni che percepiamo come pesanti è l’inizio di un sano processo di autoaffermazione.

Il messaggio di questa essenza è dunque, ancora una volta, di accettare che ciò che è altro da noi, fluisca liberamente come parte che abbiamo deciso di lasciar andare.

 

Lascia un commento

Newsletter

Associazione Culturale "L'equilibrio dei cinque elementi" - Via Alfredo Panzini 19, Fonte Nuova (Roma) - C.F. 97876320587 - Email:info@alessiamacci.it - Credits SEOlistico

shares